pubblicato in data 15 Ago 2018

ABUSIVISMO E DEGRADO: BOTTIGLIETTE D’ACQUA A DUE EURO
Forse sarebbero meglio dei chioschi autorizzati

Claudio Pica (Presidente Fiepet): «Una vergogna per il turismo della Capitale».

Fiepet Confesercenti condanna l’ennesima vergogna per l’intera amministrazione di Roma Capitale: abusivismo e degrado in un periodo in cui Roma si dovrebbe concentrare sull’accoglienza dei numerosi turisti che in queste settimane si trovano o stanno arrivando a Roma, senza dimenticare i romani che hanno deciso di trascorrere l’estate nella Capitale.

Alza nuovamente la voce il Presidente di Fiepet Confesercenti Roma, Claudio Pica e lo fa prendendo spunto dalle condizioni in cui si è presentato il Circo Massimo, dopo l’ incontro di Papa Francesco con i giovani in vista del Sinodo di ottobre: involucri di cartone, cartacce, bottiglie vuote e altri rifiuti hanno ricoperto l’ antica arena della Città Eterna. L’Ama, la municipalizzata per la raccolta rifiuti, ha impiegato più tempo per la raccolta dei rifiuti, mentre i senzatetto hanno girovagato alla ricerca di qualcosa da mangiare.

«Sporcizia, erba alta: questa non è la mia Roma» – ha dichiarato Pica sul suo profilo Facebook – denunciando il propagarsi dell’abusivismo in zone importanti come Colosseo e Palatino. «Abusivismo, acqua a due euro, forse sarebbero meglio dei chioschi autorizzati». Dall’amministrazione nessuna risposta e cattiva gestione degli spazi.

Papa Francesco al Circo Massimo ha invitato i giovani a non lasciarsi rubare i sogni: «Ho anche io un sogno – ha commentato Claudio Pica – Il Mio sogno è Roma pulita e aiutare con i lavoro i nostri giovani di Roma. A settembre ci aspettiamo dei Tavoli di concertazione con le Associazioni per trovare proposte concrete al Rilancio del Commercio e del Turismo a Roma; porterò in Regione una proposta concreta. Basta Mafia Capitale, basta tavolino selvaggio! Chi ama Roma si unisca a noi al grido di #UnitiSiVince».

Fiepet Confesercenti Roma

Protesta Pubblici Esercizi