pubblicato in data 25 Apr 2020

Quaranta artisti italiani e stranieri sono stati invitati a reinventare la mascherina chirurgica ognuno attraverso la propria cifra stilistica, esprimendosi liberamente su questo presidio medico entrato prepotentemente nella quotidianità globale.

L’iniziativa, che debutta lunedì 27 aprile, è della storica Galleria Vittoria di via Margutta e si chiama “Mascherine della Vittoria”, un progetto a cura di Tiziano M. Todi. che coinvolge gli artisti che collaborano con la Galleria. 

ASCOLTA TIZIANO TODI


La mostra collettiva per ora avrà luogo sul web, sui social e sul sito della Galleria Vittoria a partire da lunedì 27 aprile 2020 ed è presentata dai testi di 
Francesca Cicinelli, Gaetano Florio, Alessandra Gatti e Tiziana Todi.
TWMFactory, che collabora attivamente con Galleria Vittoria, ha sposato il progetto e i suoi intenti, realizzando la comunicazione visiva, la grafica e l’allestimento digitale in un ambiente virtuale fotografato a 360° per mostrare tutte le mascherine su Facebook, permettendo ai visitatori dell’esposizione di sentirsi in Galleria osservando un post da casa.

Gli artisti coinvolti sono: Chiara Abbaticchio, Ricardo Aleodor Venturi, Carlo Settimio Battisti, Tiziana Befani, Paolo Berti Elisabetta Bertulli, Etty Bruni, Danilo Buniva, Lino Casadei, Daniella Castellani, Alessandro Cignetti, Cristina D’Ambrosio, Alessandro D’Aquila, Elena Datrino, Sonia De Rossi, Roberta Di Sarra Dumin, Da Daniela Foschi, Vittorio Fumasi, Paolo Gallinaro, Micaela Giuseppone, Maria Rita Gravina Luminita, Guglielmo Mattei, Tommaso Pensa, Nino Perrone, Flaviana Pesce, Alina Picazio, Adriana Pignataro, Daniela Poduti Riganelli, Francesco Polazzi, Anna Proietti, Maria Teresa Protettì, Anna Ricca, Lucio Rossi, Rosemary Salkin Sbiroli, Emanuela Sannipoli, Fabio Santoro, Maurizio Schächter Conte, Renata Solimini, Claudio Spada, TXTProject, Stefano Volpe.

In questo momento di blocco totale di moltissime iniziative, anche l’arte ha subito un forte stop. Musei, fiere e gallerie hanno dovuto rimandare a data da destinarsi tutti gli appuntamenti in calendario per la primavera 2020. . Intanto, aspettando nuove direttive per la riapertura dei luoghi della cultura, la Galleria Vittoria ha messo mano al proprio archivio fotografico storico raccontando sui propri canali social e web alcuni dei volti che hanno costruito la propria storia.