pubblicato in data 14 Ago 2018

Crolla ponte Morandi – Crollo del ponte a Genova, si preparano a intervenire anche i soccorsi dall’Emilia Romagna e da Piacenza. Per ora sul posto si sono già recati i vigili del fuoco di Piacenza con una unità cinofila specializzata nella ricerca di persone disperse. Pronti a intervenire anche i soccorritori di Anpas.

“Siamo in costante contatto con i colleghi di Anpas nazionale e come Anpas Emilia Romagna abbiamo dato la nostra disponibilità a intervenire: per ora non abbiamo ricevuto richieste di intervento ma la situazione è ancora molto caotica e i soccorsi sono molto difficili”. A parlare è Paolo Rebecchi, responsabile regionale di Anpas Emilia Romagna.

“In caso di attivazione siamo pronti a metterci a disposizione degli enti locali, il personale Anpas può agire a supporto degli operatori sanitari ma anche a livello di sostegno logistico. Per ora è fondamentale che i cittadini stiano nelle zone lontane dall’evento: in questi casi le strade sono utili ai soccorritori, per gli spostamenti e per gli interventi. In caso qualcuno volesse avere notizie di amici o conoscenti nel timore che possano essere rimasti coinvolti nel crollo del ponte, può contattare i numeri di telefono messi a disposizione dai soccorsi liguri e fare riferimento a loro”.

In seguito al tragico crollo del Ponte Morandi di Genova, anche le squadre del Soccorso Alpino e Speleologico dell’Emilia Romagna sono state messe in preallerta. Al momento è già in stand-by e pronta partenza una squadra della componente Speleo-disostruttori, con mezzo fuoristrada e squadra di supporto.
Nel frattempo è stato attivato il gestore del Rifugio Monte Penna/Faggio dei Tre Comuni e operatore del Soccorso Alpino, per monitorare le condizioni meteorologiche ed informare circa la possibilità di passaggio di eventuali elicotteri di soccorso sul crinale.

Redazione Piacenza 24 – Radio Sound