pubblicato in data 06 Apr 2020

Un progetto unico in Italia, con una storia ventennale e obiettivi di alto profilo nella scuola e lo sport!
Conciliare l’attività sportiva di alto livello e un percorso formativo di qualità riesce complicato se si adottano i tradizionali schemi di giudizio.
L’atleta coinvolto in un percorso di studi ha necessità di programmazione, tempi e metodologie che devono soddisfare sia gli impegni agonistici che quelli formativi.
Ecco la bella idea del Liceo Bachmann di Tarvisio (Udine): grazie all’intraprendenza di due professoresse quali Tiziana Candoni, oggi responsabile del settore sportivo del Liceo, e Lucia Negrisin, oggi dirigente scolastico presso un altro Istituto, ha attivato a partire dall’A.S. 2000/2001 il Progetto Sportivo rivolto agli atleti degli sport invernali (discesa, fondo e salto) che, in uscita dalla scuola secondaria di primo grado, intendono proseguire gli studi nella scuola statale e conseguire il diploma di maturità scientifica.
Una scuola di questo tipo ha la fortuna di unire studenti-atleti con diverse provenienze nazionali e internazionali, contribuendo alla formazione interculturale per la futura carriera agonistica e professionale dei ragazzi.
Lo Ski College “Bachmann”, sostenuto sin dagli esordi dalla Regione Friuli Venezia Giulia, dalla Provincia di Udine, dal Comune di Tarvisio, dal CONI e dalla FISI Nazionale, è fortemente apprezzato anche dalle famiglie che lo considerano una realtà innovativa, capace di far crescere in sicurezza i propri figli, offrendo un’istruzione di qualità e un percorso agonistico di prestigio.

Ascolta Tiziana Lazzaro Candoni, coordinatore della didattica sportiva

N.B: L’intervista è stata realizzata prima del DCMP del 9 marzo 2020