pubblicato in data 31 Ott 2018

Negli ultimi anni, i furti in appartamento continuano ad avere un trend non sottovalutabile e, ciò, lo si può facilmente comprendere anche guardando semplicemente la televisione, con notizie (quasi) quotidiane di abitazioni che vengono svaligiate da malviventi armati di utensili e strumenti sempre di più all’avanguardia. A livello italiano, in termini numerici, si è passati da 1.573.213 furti denunciati nel 2014 a 1.251.944 del 2017: nel complesso, quindi, si parla di un calo di circa il 20,4%, anche se in realtà la sensazione di sicurezza non può evidentemente basarsi solamente su delle cifre.

La città di Roma, per esempio, fa spesso conto con atti di delinquenza di questo tipo e, anche se dal 2014 al 2016 i furti in appartamento sono lievemente calati – nel Lazio si è passati da 27.421 a 21.275 furti denunciati – evitare di vivere una situazione a tu per tu con i ladri è fondamentale per la serenità all’interno delle proprie mura domestiche.

L’acquisto di un kit d’allarme da installare nel proprio appartamento è un investimento che molte persone pensano di fare in tante circostanze, giacché con questa soluzione ritengono di poter offrire alla propria famiglia il giusto grado di sicurezza, pure quando si è fuori casa per le vacanze o, semplicemente, per trascorre un po’ di tempo all’insegna del relax.

Se un tempo le famiglie erano solite acquistare un cane che facesse la guardia, ora l’amico a quattro zampe è diventato un vero e proprio membro del nucleo familiare e non basta più per tenere a bada una potenziale scorribanda di ladri. Proprio per questa ragione, anche porte e finestre blindate non sono abbastanza per garantire la corretta sicurezza a tutta la famiglia e, di conseguenza, si rende necessario ridurre il rischio di intrusione da parte di estranei.

Affidandosi a portali come casasicura.it, ad esempio, si potrà trovare in men che non si dica una soluzione a questo problema: su questo portale, infatti, riuscirete a trovare la miglior marca di antifurto, che peraltro potrete montare da soli. Molti anni fa, quando la tecnologia wireless non era diffusa, per montare un sistema d’antifurto era fondamentale rivolgersi ad un professionista che doveva fare dei lavori di muratura per montare anche una cabina di cablaggio per l’allarme. Ora le soluzioni sempre più moderne permettono di avere il miglior antifurto senza fili acquistando semplicemente uno di quei kit d’allarme già pronti all’uso. In men che non si dica, avrete montato il vostro antifurto in casa e potrete iniziare a sentirvi realmente protetti dai ladri.

Naturalmente, una soluzione di questo tipo potrà tornare utile anche in ufficio: molte persone, difatti, all’interno del proprio spazio lavorativo possiedono apparecchiature – anche molto costose – grazie alle quali possono lavorare giorno dopo giorno. Se una banda di ladri dovesse introdursi in questo ambiente e svaligiarlo, non solo potrebbero creare un danno economico al proprietario, bensì, pure causare dei ritardi nelle consegne di alcuni lavori per i clienti. Nel complesso, quindi, oltre al danno fisico e morale – dato dalla fastidiosa e insopportabile violazione della privacy – vi potrebbe essere pure un danno economico di grande entità, che potrebbe a sua volta andare a pesare sul bilancio familiare del lavoratore danneggiato.

L’Italia, purtroppo, detiene a livello europeo il primato per quanto riguarda i furti in appartamento: pensate, difatti, che si parla di un indice di 20.163 furti per milione di abitanti. L’acquisto di un kit d’allarme, quindi, è davvero un ottimo investimento per evitare di andare ad ingrossare ulteriormente le statistiche che riguardano i furti perpetrati nel nostro paese!