pubblicato in data 20 Lug 2020

Il palcoscenico radiofonico di On The Stage accoglie 4 forti personalità della musica italiana. 4 emergenti che arrivano dai quattro punti cardinali d’Italia. Iniziamo con Ruggero pseudonimo di Filippo Lazzari, artista nato a Cremona il 3 gennaio 1993, ma residente in Toscana.

Con “Pirandello”, Ruggero presenta il terzo episodio della serie di video musicali intitolata “Atineres”, inaugurata a gennaio dall’uscita del videoclip del singolo “Sentirmi meglio”. Frutto di molteplici e diverse esperienze ed emozioni, un essere umano non è mai solo l’individuo che guardiamo negli occhi in un preciso istante: l’uomo sa essere tantissime cose, talvolta tantissime persone. Sperimentando sonorità reggae e brit-pop, con il brano “Pirandello” Ruggero parla di tutte le sue “identità”, di tutte le maschere che indossiamo ogni giorno. Le maschere dello scrittore siciliano respirano nel videoclip diretto da Piero Torricelli nelle ambientazioni oniriche quasi Felliniane. In questo terzo episodio della serie musicale “Atineres”, parola da leggere allo specchio, subentra la compagna di Ruggero: sarà lei ad accompagnare l’autore ad un bizzarro provino a bordo di una fascinosa auto d’epoca.

Distanza, immaginazione e intimità sono invece le caratteristiche che racchiude in se “Casa di Vetro” Il nuovo brano di Cristallo. Un brano nonostante scritto prima del covid, sembra la metafora perfetta delle sensazioni esperite negli ultimi tempi da ognuno di noi: ci siam sentiti distanti, isolati, circondati da pareti trasparenti attraverso cui guardare il mondo, cercare una connessione con esso e su cui a volte, come fossero specchi, vedere chiaramente la nostra immagine riflessa. Una casa di vetro può essere fonte di rassicurazione, di una pace quasi onirica, ma può generare anche solitudine e malessere, paura e sconforto. Cristallo è il nome d’arte scelto da Francesca Pizzo cantautrice che vive a Bologna. Dal 2011 al 2016 suona nel duo Melampus con cui pubblica tre dischi che porta dal vivo coi relativi tour in tutta Italia. Nel 2017 viene scelta dai Baustelle per l’immagine di copertina di “L’amore e la violenza”. Nel 2018 compare nella copertina di “L’amore e la violenza II”. Con il suo nuovo progetto musicale, Cristallo apre tre date del tour estivo dei Baustelle. Nella seconda metà del 2019, Cristallo pubblica i brani “Cose c’è” e “Falena”, entrambi firmati Blackcandy Produzioni..

Canzoni per alieni” è il nuovo brano di Francesco Arpino, title track anche dell’ album di inediti in uscita a fine 2020, con la partecipazione del noto produttore Chris Thomas (The Beatles, Pink Floyd, Elton John). Per conoscere meglio Francesco Arpino bisogna fare un passo indietro e andare alla metà degli anni 2000, per ritrovarlo suonare con i B-nice, e prima con gli OffSide, band che partecipa al Festival di Sanremo 2002 con il brano “Quando una ragazza c’è”, in gara tra le Nuove proposte. Esperienze che Arpino porta nel cuore pur decidendo di dedicarsi all’attività di arrangiatore, produttore di studio e compositore. Apre a Roma il suo studio di registrazione “Rock Me Amadeus”, noto per l’alta qualità di recording realizzata grazie all’ausilio di microfoni e preamplificatori vintage. Può vantare collaborazioni importanti, sia nazionali che internazionali, tra cui ricordiamo Sean Lennon, Gary Lucas, Phil Spalding, Chris Thomas, Phil Palmer, Bill Bartell, Mark Owen, The Niro, Steve Forward, Giuliano Sangiorgi, Alessandro Haber, Roberto Kunstler, Alessio Bonomo, Sergio Cammariere, Giusy Ferreri, Danilo Rea, Gatto Panceri, Diana del Bufalo, Irene Fornaciari, Luca Carboni, Bungaro, Paolo Ruffini, e molti altri. Unica rivelazione che Fabrizio Silcvestri è riuscito a strappare riguarda la firma dell’autore dell’unico brano in inglese contenuto in questo “Canzoni per Alieni”… Una rivelazione che preferisco non spoilerare, ma che vi prometto ascoltere in puntata…

L’ultimo a salire sul palcoscenico radiofonico di OTS è il siciliano Brando Madonia.

I Pesci non invecchiamo mai” è il singolo  estratto dall’album d’esordio che uscirà per l’etichetta indipendente Narciso Records, fondata nel 2002 da Carmen Consoli. Brando  nasce a Catania nel 1990. Gli anni Novanta vedono la città siciliana, contesa tra vulcano e mare, rinascere nel pieno

fermento artistico, che l’ha portata ad essere ribattezzata la “Seattle italiana”. Il giovane Madonia, figlio d’arte, respira sin dai primi vagiti l’atmosfera della musica, grazie al padre, Luca Madonia, voce e frontman della nota band musicale “Denovo”. Cresce assaporando le sonorità di una terra in costante evoluzione, entrando in contatto con tutte le più svariate sfaccettature dell’arte e della musica. Il percorso musicale intrapreso da Brando durante questi anni di studio trova espressione in un nuovo progetto discografico, per la prima volta da solista, già in fase di registrazione con l’etichetta discografica indipendente Narciso Records, fondata nel 2002 da Carmen Consoli. “I pesci non invecchiano mai”, brano anticipa il primo album solista di Brando in rotazione anche con La Festa” canzone che affronta tra le righe la delicata tematica dell’alienazione, quella silente dimensione personale che ci estranea dalla società e, in generale, da tutto ciò che esiste e accade all’infuori di noi. Questa condizione ci allontana dagli altri, ma nei casi più drastici si trasforma in una presa di distanza anche da noi stessi.

ASCOLTA LA PUNTATA (a cura di Fabrizio Silvestri)