pubblicato in data 19 Dic 2019

Più di 300 arresti in una maxi-operazione dei carabinieri contro le organizzazioni di ‘ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi. In tutto 416 indagati, accusati a vario titolo di associazione mafiosa, omicidio, estorsione, usura, fittizia intestazione di beni, riciclaggio e altri reati aggravati dalle modalità mafiose. Fra gli arrestati politici, avvocati, commercialisti, funzionari infedeli dello Stato e massoni. “E’ la più grande operazione dopo il maxiprocesso di Palermo” commenta il procuratore di Catanzaro Nicola Gratteri.

Durante la conferenza stampa il procuratore Nicola Gratteri ha spiegato le fasi investigative elogiando il lavoro dei carabinieri.

L’operazione “Rinascita-Scott”, ha disarticolato tutte le organizzazioni di ‘ndrangheta operanti nel Vibonese e facenti capo alla cosca Mancuso di Limbadi e al clan Lo Bianco-Barba. Stretto il legame tra ‘ndrangheta e politica. Noi ne abbiamo parlato con il professore Giancarlo Costabile, docente all’università della Calabria e ideatore della pedagogia della resistenza

Ascolta il servizio di Antonello Troya (dal gr nazionale del 19 dicembre, ore 14)