pubblicato in data 18 Mar 2021

C’è sempre bisogno di musica e come altri artisti Dora Cardone non si è fermata in questo periodo di confinamento, ma  ha messo in cantiere un progetto che da tempo le stava a cuore e che si è concretizzato con un doppio CD dal titolo “Napoletana”, uscito il 15 Dicembre. Il doppio album contiene un totale di 23 brani: nel primo disco troviamo una selezione di classici senza tempo della canzone napoletana d’autore, mentre nel secondo cd troviamo brani inediti scritti dalla cantante stessa ed altri composti con la collaborazione di svariati autori, tra i quali citiamo Simonetta Scimò, l’amica di sempre. Un omaggio forte e sentito alla sua città, culla di radici musicali ed autori che hanno fatto la storia della musica del nostro paese e al contempo una presentazione di brani personali che rappresentano il suo percorso sia artistico che di vita.

Ascolta Dora Cardone (dai gr nazionali del 18 febbraio e 18 marzo 2021)
Intervista integrale Dora Cardone (da “Io Parlo alla Radio del 21 Febbraio 2021)

La selezione e rivisitazione dei classici napoletani comprende titoli come  “Tutt’e’ ssere” di Pisano-Cioffi , “Scetate” di Costa-Russo; “Serenata Napulitana” di Costa-Di Giacomo; “O Surdato nnammurato” di Cannio-Califano; “Canzona Appassiunata” di E.A. Mario; “A Rumba de’ scugnizzi”di R.Viviani; “Malafemmena”  A. De Curtis e “Niente di me” (unico brano recente tra i classici) scritto da A. Di Cesare. Tra i brani che scandiscono la carriera di  Dora e che narrano storie di vita e amori che vanno e vengono citiamo “Core e Stelle” scritta in collaborazione con Sergio Iodice, “Fammi andar via”, “Cu’ttè”, “L’attesa” (brano dedicato al padre),”Non ci posso credere” (storia di una coppia di amici, fidanzati da giovanissimi, che si ritrovano dopo tanti anni e vengono travolti da una trascinante passione) e “Siguiendo sus ojos” brano allegro e ballabile interpretato in spagnolo. Di questo progetto la cantautrice tiene ad evidenziare la parte strumentale, in particolare gli arrangiamenti  eseguiti magistralmente dal maestro Luigi Montagna, così come per un altro brano arrangiato con cura dall’ eccellente musicista Gianfranco Campagnoli.Dora si considera un’artista melodrammatica, che racconta in musica la vita, le proprie radici, i sentimenti, l’amore condiviso e non….. Considera l’arte un “dono” che non ha età né definizioni. Tra i numerosi studi intrapresi citiamo quello della scuola di Arte Canora di Renata Tebaldi con il maestro Sabatino Raja, dal quale acquisisce un prezioso metodo, in chiave moderna, di “Tecnica vocale e respiratoria”, gradualmente affinata nel corso degli anni, tanto da diventare lei stessa insegnante di questo metodo. Cantante e pianista, Dora è inoltre compositrice ed autrice di canzoni e di colonne sonore per cortometraggi. Vincitrice di numerosi premi di manifestazioni canore internazionali, ha partecipato inoltre a varie trasmissioni televisive della RAI e collabora musicalmente con alcune trasmissioni del circuito Mediaset. Nel 2018 è stata protagonista al Festival della Musica Italiana a La Plata in Argentina e al Teatro Torlonia di Roma come rappresentante della canzone italiana ed ha pubblicato il CD “Ti porterò con me”, disco contenente solo brani scritti in prima persona. Con questo ultimo lavoro “Napoletana” Dora Cardone ci dà conferma del suo “essere un’artista completa”.