pubblicato in data 15 Gen 2022

Un titolo che ci porta dritti al cuore del brano, alla sua essenza comunicativa. Parliamo di “Note in Tempesta”, nuovo lavoro di Emanuele Fasano, il giovane compositore milanese conosciuto ai più come “il pianista della stazione”.

“Note In Tempesta” è un brano dalla forza travolgente che trova la sua conferma nel videoclip, un inno alle difficoltà della vita, agli uragani che tutti dobbiamo in qualche modo attraversare.

Inoltre, nel video è presente una magnifica partitura orchestrale curata da Marco Iardella che è stata composta appositamente sulle immagini ed esalta ogni movimento delle immagini e accompagna senza mai invadere la dirompente composizione pianistica di Emanuele.

Un esperimento sonoro che porta a pensare che il futuro musicale di Fasano possa estendersi oltre i tasti del pianoforte.

Il videoclip è stato girato al largo del mare di Alassio, realizzato con il Patrocinio del Comune e prodotto da Lorenzo Bramati, producer molto presente nell’industria dei videoclip italiani – ha girato per Blanco, Salmo, Fedez, Ghali, e molti altri – e creative director dell’intero progetto, che ha coinvolto una giovane coppia di regista, Gabriel Lufrano e Davide Masciandaro, i quali hanno diretto con maestria un video dall’alta complessità realizzativa. Ad alzare ulteriormente il tiro, la collaborazione con la squadra di Hugo Melo, vfx artist portoghese che ha lavorato su film come “I Guardiani della Galassia vol.2”, “Black Mirror” e “Thor: Ragnarok”.

Emanuele suona su una barca, cavalcando quel mare che diventerà impetuoso ed ostile, e affrontando la tempesta con tutte le sue forze e il suo pianoforte, in attesa che il mare torni alla sua placida calma con le luci dell’alba. Testimonianza che, come nella vita, dopo i periodi bui o difficili il sole sorge sempre.

Fasano con il progetto “Note in tempesta” raggiunge un livello artistico superiore, rilasciando inoltre un’immagine forte e distintiva e che ne conferma le abilità indiscusse al piano.

Ad inizio 2017 Emanuele debutta con il suo primo EP “La mia ragazza è il piano”, e si esibisce la title track come ospite nella serata finale di Sanremo. Pur sentendosi gratificato, decide di migrare per un periodo fuori dall’Italia, e sperimenta nuovi progetti che lo vedono come arrangiatore e producer in altri stili musicali.

Ma il legame strettissimo con il pianoforte ritorna in lui come una fiamma mai spenta.

“Note in Tempesta” è inoltre la traccia che dà il titolo all’album omonimo, in uscita a in primavera

Con l’uscita del disco, sono in fase di sviluppo anche le date di un tour che vedrà Emanuele esibirsi su diversi palcoscenici, soprattutto mirati a un pubblico internazionale, per tutto il 2022.

Da venerdì 14 Gennaio, è online il singolo e il videoclip

IL VIDEO