pubblicato in data 10 Giu 2021

“Temperatura” dello scrittore, attore e regista cinematografico e teatrale Bruno De Stephanis è un romanzo noir dal ritmo frenetico, in cui si racconta una storia amara che parla di sacrificio e violenza, di innocenza e corruzione.

Ascolta l’Intervista all’Autore

Ciò che più colpisce dell’opera, oltre alla trama avvincente, è l’attenta caratterizzazione dei numerosi personaggi, indagati nelle loro motivazioni ad agire e nel loro background. Sono esseri umani in bilico tra luce e oscurità, e alcuni di loro sono presentati mentre affrontano un difficile percorso di redenzione, che purtroppo non arriverà per tutti. L’uccisione inaspettata di uno dei personaggi più intensi, a pochi capitoli dall’inizio del romanzo, è come un tassello del domino che, cadendo, fa precipitare anche tutti gli altri; una morte per mettere in gioco le esistenze di tutti: alcune termineranno, altre avranno la possibilità di un nuovo inizio.

Il protagonista dell’opera è Sandro Luzzi, un ingegnere edile che ha accettato di entrare in un giro di tangenti per ottenere appalti milionari e vivere nell’agio; sicuramente uno dei personaggi più tormentati, pressato dai sensi di colpa per aver tradito tutti i suoi principi. L’incontro con la giovane e affascinante Simona metterà definitivamente in crisi la sua vita: svelando una dolorosa verità, troverà anche il coraggio di mettersi a nudo e di ripulire la propria coscienza.

Bruno De Stephanis racconta una storia ambientata nella Milano degli anni Novanta durante l’inchiesta giudiziaria di Mani Pulite, ed è significativo che la vicenda di Luzzi sia proprio basata sul disperato tentativo dell’uomo di cancellare le macchie sulla sua coscienza corrotta, che è poi simile a quella di quasi tutti coloro di cui si circonda, come lo spregevole Marco Ferrini: l’opera diventa quindi il ritratto vivido di una società di apparenze e di inganni, in cui si è pronti a tutto, anche a uccidere, per raggiungere i propri obiettivi.

Nelle figure di Simona, di Jimmy e del Commissario Rovelli è invece racchiusa la speranza di un’umanità ancora in grado di provare empatia e di compiere atti di generosità per il bene altrui; nonostante “Temperatura” sia un romanzo cinico e disincantato, offre uno spiraglio per credere che ci possa essere una redenzione per questa imprevedibile, controversa e fallibile razza umana.

(Intervista a cura di Francesco Vitale)

Casa Editrice: Temperatura Edizioni

Collana: Romanzi

Genere: Noir

Pagine: 140

Prezzo: 11,40 €