pubblicato in data 23 Lug 2021

Le organizzazioni aderenti al Forum ‘015, ACAI, ACLI, COLDIRETTI, CLAAI ed UN. I. COOP, con soddisfazione hanno apprezzato l’ ampia partecipazione popolare, nel rispetto delle misure per il distanziamento, che ha contraddistinto l’appuntamento “Storie di Famiglie”.

Nell’anfiteatro della Curia della Diocesi di Latina hanno voluto coinvolgere le persone in una riflessione collettiva sulla famiglia e il suo ruolo prioritario nella società, sollevando ragionamenti e promuovendo soluzioni.

Il tema è stato affrontato con le testimonianze e gli approfondimenti di due ospiti di fama nazionale: la brillante attrice e regista Karin Proia e il sociologo Francesco Belletti.

I giornalisti di Lazio Sociale, giornale partner dell’incontro, Stefania Ferrara, Roberto Pagano e Fabio Benvenuti, hanno intervistato i due ospiti partendo da un film di Karin Proia dedicato alla storia di una famiglia di Latina per poi approfondire i vari risvolti sociali ed economici delle famiglie.

Il professore Belletti ha puntualizzato le contraddizioni vere: ad esempio non è possibile che serva un reddito basso per avere un bonus per un figlio e non venga richiesto reddito per il contributo per acquistare un’auto.

Le Organizzazioni del Forum ‘015 hanno appunto voluto portare tale tema alla ribalta delle coscienze dei cittadini, ma soprattutto della politica, anche quella che amministra gli enti locali, perché si concentri sulla famiglia come priorità sociale ed economica.

Anche gli enti locali possono adottare misure utili, ma ciò non è ancora avvenuto nei comuni della provincia di Latina, quindi è di auspicio un cambiamento.

Importante è stato il messaggio di Mons Mariano Crociata sulla interpretazione della famiglia da parte della Chiesa e nelle varie dimensioni sociali, offrendo riflessioni, ma anche strade concrete.

Il Forum ‘015 ha rinnovato la sua azione, cercando e trovando due aspetti il coinvolgimento della partecipazione popolare e un tema di prospettiva vera per risollevare la nostra comunità

GALLERIA FOTOGRAFICA (credit: Acli Provinciali di Latina)