pubblicato in data 24 Feb 2021

Secondo un comunicato della presidenza congolese sono stati i rapitori a uccidere l’ambasciatore Luca Attanasio e il carabiniere Vittorio Iacovacci, sparando loro a bruciapelo. Erano armati con cinque fucili automatici ‘kalashnikov’ e un machete. L’agonia dell’ambasciatore italiano, colpito all’addome, è durata un’ora, precisa il comunicato. Ma le Fdlr (“Forze Democratiche per la liberazione del Ruanda”) negano responsabilità. Il ministro degli Esteri Luigi Di Maio riferisce in Parlamento sulla morte di Attanasio, ha detto il ministro per i Rapporti con il Parlamento Federico D’Incà. A Roma un emissario del emissario del capo di Stato congolese Félix Antoine Tshisekedi, per portare una lettera personale a Mario Draghi.

Ascolta il servizio di Sara Garino sull’ambasciatore